benessere psico fisico--

Quale connessione esiste tra Danza e Benessere psico-fisico?

Danza e Promozione del Benessere Psico-fisico

Spesso ci limitiamo a valutare il nostro grado di benessere considerando esclusivamente la sfera corporea e l’assenza di sintomi a livello fisico. Nella frenesia della vita quotidiana, siamo poco abituati a fermarci ed ascoltare come stiamo e spesso ci dimentichiamo di coltivare le componenti del benessere che richiede un impegno attivo della persona per poter essere raggiunto.

Il nostro benessere passa solo attraverso il corpo?

Ad oggi è ampiamente dimostrato come l’individuo sia caratterizzato da un’unità mente-corpo per cui la condizione di benessere riguarda aspetti che coinvolgono sia il livello corporeo che quello emotivo. Attualmente si pone sempre maggior attenzione alla promozione del benessere psico-fisico in una concezione globale dell’individuo che tenga conto tanto delle componenti fisiche quanto di quelle emotive. Evidenze scientifiche mostrano la stretta connessione tra mente e corpo e l’influenza reciproca che esercitano l’una sull’altro. Pensiamo a quanto nella nostra quotidianità una condizione di stress possa esprimersi attraverso il canale corporeo (es. emicrania); oppure, a quanto un problema fisico persistente possa andare ad influire sul tono dell’umore.

Cosa si intende per benessere psico-fisico?

Si tratta di una condizione di equilibrio personale che implica l’integrazione di aspetti biologici, psicologici e sociali e che ci permette di vivere la quotidianità sfruttando le risorse di cui disponiamo, ascoltando le nostre necessità e gestendo l’ambiente circostante.

Il benessere è direttamente proporzionale all’armonia che riusciamo a raggiungere nei vari livelli della nostra individualità, a partire dalla sfera più personale passando per quella lavorativa, relazionale, del tempo libero e dello sport fino al rapporto con l’ambiente.

Il benessere implica la possibilità di poter ascoltare e soddisfare i propri bisogni da quelli fisiologici a quelli più strettamente emotivi. Passa attraverso la capacità di essere creativi e propositivi nella costruzione dei progetti personali e di considerare i momenti di crisi come opportunità di cambiamento e di crescita personale.

Il benessere personale da cosa dipende?

Sicuramente non è dato a priori né si mantiene costante nel tempo. Molteplici sono i fattori che possono intervenire, da quelli individuali a quelli relazionali e ambientali. Come individui, possiamo esercitare un ruolo attivo nel processo volto a migliorare, aumentare o ritrovare la nostra condizione di benessere psico-fisico.

Come si può raggiungere e mantenere una condizione di benessere psico-fisico?

Diverse sono le strade che ognuno di noi cerca nel quotidiano per raggiungere o ritrovare un proprio stato di benessere a seconda delle caratteristiche personali, delle inclinazioni, delle risorse e delle opportunità offerte dall’ambiente. Sicuramente il benessere passa attraverso un’azione attiva di attenzione verso se stessi, le proprie emozioni e il proprio corpo, la capacità di prendersi del tempo per se stessi, di mettere in atto comportamenti “sani” e di trovare interessi che vadano a gratificare e rinforzare il corpo e la mente, di fare esperienze che permettano di provare piacere e generare entusiasmo.

Pensiamo, ad esempio, a quando ci dedichiamo ad attività piacevoli durante il nostro tempo libero. Siamo consapevoli di quanto esse possano influire positivamente sul nostro vissuto psicologico e sulla nostra condizione fisica: ci sentiamo più rilassati a livello corporeo, meno stressati, riusciamo a distogliere l’attenzione dai pensieri negativi e siamo più sereni.

In che modo la danza può favorire il benessere psico-fisico?

Siamo abituati a considerare la danza come un’arte, come attività fisica, come forma di espressione e di comunicazione attraverso il corpo. La danza è questo e molto di più. Essa, infatti, può essere definita un’attività psicofisica che riveste un’importante funzione rigeneratrice al fine di promuovere salute, benessere e consapevolezza di sé.

La danza rappresenta un raffinato strumento di benessere psicofisico che include elementi diversi e agisce contemporaneamente su più livelli, quello fisico, cognitivo, psicologico, relazionale, che sono alla base della promozione del benessere psico-fisico.

 

BENESSERE FISICO e COGNITIVO

A livello fisico la danza è movimento e, quindi, tutto ciò che di salutare questo comporta. Attraverso la danza si può:

  • imparare a sentire il corpo, ad ascoltarlo e a conoscerlo meglio;
  • aumentare la consapevolezza delle varie parti di sé che altrimenti potrebbero rimanere addormentate;
  • stimolare una sensorialità maggiore e, quindi, la possibilità di trarre piacere dal movimento;
  • migliorare la coordinazione, la tonicità muscolare e la postura.

Tutti questi aspetti, permettono di sentirci meglio nel nostro corpo, di ascoltarlo e a conoscerlo maggiormente, comprendere i segnali che esso ci manda e ad averne una maggior consapevolezza. Essa favorisce l’integrazione mente-corpo, elemento indispensabile per un buon equilibrio ed un maggior benessere. Inoltre, diversi studi (Verghese J., Lipton R.B., Mindy J.K., Ambrose A.F., 2010) hanno dimostrato che danzare sostiene ed incrementa le capacità cognitive. Ad esempio, l’apprendimento delle sequenze dei passi favorisce lo sviluppo della capacità di memoria, attenzione e concentrazione e rallenta l’invecchiamento cerebrale proteggendo da malattie neurodegenerative.

BENESSERE PSICOLOGICO

A livello psicologico praticare danza:

  • permette di avere del tempo e dello spazio che difficilmente nella frenesia della quotidianità riusciamo a trovare ma di cui necessitiamo. E’ uno spazio in cui ci dedichiamo a qualcosa di piacevole, che ci permette di scaricare le fatiche della giornata, di ricaricarci di emozioni positive e di provare soddisfazione personale per quello che stiamo facendo. Questo favorisce la riduzione dei livelli di stress e ansia che sperimentiamo attraverso i ritmi della quotidianità. Sappiamo che lo stress e l’ansia, se oltre una certa soglia, diventano nocivi procurando disturbi a livello fisico, senso di spossatezza, affaticamento, deflessione del tono dell’umore, mancanza di energie con conseguente difficoltà nella gestione della quotidianità;
  • il movimento della danza favorisce la produzione di endorfine, sostanze che danno senso di benessere ed euforia favorendo il mantenimento di un buon tono dell’umore (Duman, C.H.; Russell D.S., 2008);
  • promuove la regolazione emotiva, intesa come capacità di riconoscere e gestire le proprie emozioni. La danza, infatti, ci rende consapevoli delle emozioni che stiamo provando e ci richiede di saperle gestire. Allo stesso tempo, la danza ci apre alla possibilità di sperimentare nuove emozioni e di esprimerle attraverso il linguaggio del corpo. Questo favorisce un maggior contatto con il proprio mondo emotivo, elemento alla base del benessere e dell’equilibrio personale;
  • incrementa il senso di autoefficacia e di controllo percepito sugli eventi grazie ad un allenamento mentale costante. Infatti, attraverso l’attività della danza si favorisce la consapevolezza di essere capaci di dominare specifiche attività promuovendo il senso di fiducia personale;
  • favorisce l’autostima personale e può aiutare a gestire aspetti legati alla timidezza o all’introversione;
  • permette di valorizzare le proprie risorse e di gestire i propri limiti favorendo una maggior consapevolezza personale ma anche la scoperta di nuovi aspetti di sè;
  • stimola la creatività poiché svolgiamo un’attività piacevole ed interessante che va a sollecitare il pensiero creativo;
  • consente anche un cambiamento o miglioramento di alcuni aspetti della personalità che influenzano la vita quotidiana e le relazioni con gli altri;
  • allena all’autodisciplina, intesa come capacità di gestire l’impulsività e differire la gratificazione dei bisogni, tollerare la frustrazione, avere costanza e saper mantenere impegno su un compito.

Tutti questi, sono elementi fondamentali che entrano in gioco nella gestione di altre aree della nostra vita.

BENESSERE SOCIALE

Attraverso la danza, le abilità sociali vengono potenziate poiché essa favorisce scambi relazionali e processi di socializzazione e aggregazione attraverso l’incontro con l’altro. La danza, infatti, permette di sperimentarsi nelle relazioni interpersonali e nelle dinamiche di gruppo nei termini di:

  • capacità di stare in relazione con gli altri, di confrontarsi con gli altri accettandone pregi e limiti;
  • osservazione dei nostri comportamenti grazie al rispecchiamento negli altri;
  • cooperazione, scambio e sostegno reciproco per il raggiungimento di un obiettivo comune;
  • confronto e sviluppo di una sana competizione che sia da stimolo e crescita personale;
  • costruzione di nuove relazioni significative.

Se pensiamo alla preparazione ed esecuzione di una coreografia di gruppo, essa porta all’attivazione di una serie di competenze sociali e permette di sperimentarsi nelle dinamiche di gruppo.

In conclusione, la danza è arte e molto di più. Non importa se siete ballerini provetti oppure no. Danzare offre al corpo e alla mente moltissimi benefici di cui possiamo godere in un’ottica di promozione del benessere psico-fisico.

A cura della Dott.ssa Francesca Zerbi,
Psicologa-psicoterapeuta
con la passione per la danza.

Contatti:
Instagram: psicologa.zerbi.brescia
Sito Web: https://www.zerbipsicologabrescia.it/

Scuola di danza ON STAGE è un noto punto di riferimento per chi vuole studiare Danza e Ballo a Brescia.
E’ un centro di preparazione serio e aggiornato per la formazione della Danza sia approcciata come studio amatoriale sia indirizzata ad un futuro mestiere, diffondendo la passione per la Danza anche come strumento di crescita e come momento di socialità.

Scuola di Danza ON STAGE dispone di 600 mq di spazio interamente dedicati alla danza e al ballo, 4 Sale Danza attrezzate, ampio e comodo parcheggio gratuito, spazioso atrio, area studio/relax ….

I corsi sono tenuti da maestri professionisti altamente qualificati e in continuo aggiornamento e suddivisi per età e livello. Questo consente ad ogni allievo di potersi inserire nel contesto a lui più idoneo e alla scuola di garantire il massimo livello di ciascun corso proposto.

Vieni a conoscerci!

Siamo a Brescia in Via Triumplina 189
(a 50 metri dalla fermata Metro Casazza)

Prenota una lezione di prova gratuita e senza impegno!

73Shares

Categorie

In Evidenza

Articoli Recenti

Altri articoli

--Iscriviti alla Newsletter