DANZA IN FASCIA

danza in fascia--Corsi di DANZA IN FASCIA
corso di danza per mamma e bambino

È la rappresentazione coreografica del legame tra madre e figlio attraverso una danza a stretto contatto corporeo.

Si tratta di una serie codificata di lezioni di danza per le neo mamme e i loro bambini, attraverso le quali si dà continuità al legame instauratosi durante la gestazione.

Ogni lezione inizia con una fase di rilassamento e di ascolto, mediata dalla respirazione. Si passa poi al riscaldamento generale e alla tonificazione, e infine si entra nel vivo della coreografia vera e propria, dove si sprigionano tutta la libertà e l’allegria veicolate dalla danza.

I vantaggi di  Danza in Fascia, per mamme e bambini, sono molteplici e reciproci:
I bambini ritrovano i piacevoli dondolii che li hanno cullati nel corso della gestazione, e partecipano attivamente alla danza, talvolta perfino cercando di imitare i movimenti della mamma.
La plasticità del loro sistema nervoso, inoltre, permette di sfruttare al massimo i vantaggi del binomio musica-movimento.
La musica ristabilisce i ritmi organici fondamentali (cardiorespiratorio e digestivo), aiuta i neonati a superare lo stress della nascita, ed è inoltre provato che agevoli lo sviluppo delle capacità di linguaggio e di comunicazione e, più in generale, l’apprendimento.
Il movimento della mamma, contemporaneamente, si traduce per il neonato in un ritmico
massaggio pelle a pelle, e ciò stimola nel piccolo i meccanismi propriocettivi, e quindi la coscienza di sé e del proprio corpo.
Per la neo-mamma, oltre che una distensiva distrazione rispetto alle routinarie attività quotidiane, è un’occasione per riprendere possesso e coscienza del proprio corpo, riattivandolo e tonificandolo dopo i nove mesi di gravidanza.

La caratteristica unica di Danza in Fascia consiste nell’offrire un momento di condivisione di un intimo contatto tra mamme e bambini. Il benessere sperimentato dalla mamma si trasmette al bambino, potenziando in lui gli effetti diretti della musica e del movimento, mentre la mamma è appagata nel sentirlo rilassato e felice. È in questa condivisione e in questa reciprocità di emozioni e sentimenti piacevoli che Danza in Fascia esprime tutto il suo potenziale, ponendosi come irripetibile opportunità per la salute e il benessere di madre e figlio.

Danzare col proprio bimbo stretto a sè è un’emozione unica, ma è giusto farlo prestando attenzione a tutti i dettagli, concentrandosi su una pratica corretta, con supporti adatti e usati in sicurezza e utilizzando movimenti appositamente studiati per sostenere mamma e bambino.

Un’occasione unica per ballare con il cuore, ballare con il tuo bimbo vicino a te, muoverti con la musica per fargliela conoscere attraverso il movimento del corpo.

Si tratta di una lezione di danza con la fascia porta bebè, ed è uno dei modi migliori per tenersi in forma – divertendosi – con un bambino piccolo piccolo.

Potete quindi risparmiare sulla babysitter e andare in palestra con il vostro piccolino, o la vostra piccolina, beatamente accoccolato nella vostra fascia porta bebè, mentre si fa trasportare e cullare dai movimenti della mamma a suon di musica: cosa potrebbe desiderare di più?!!

I vantaggi per il bebè

  • Il bebè portato gode di una costante rassicurazione: sul Corpo di mamma e papà trova le condizioni ottimali per il suo benessere emotivo: vicinanza, calore, affetto e nutrimento.il supporto(fascia, stoffa, marsupio) gli permette di continuare ad ad essere cullato grazie al movimento di chi lo porta
  • Il piccolo si integra più facilmente nella routine familiare: vive infatti “all’altezza” del genitore, ha la possibilità di osservare il mondo e ricevere stimoli, condividendo l’esperienza dell’adulto.
  • Anche il senso dell’equilibrio è sollecitato di continuo: perché il bimbo deve bilanciarsi e seguire i movimenti di chi lo porta. Tende infatti a spingere le gambine e a tirare su il collo, cerando di “aggiustarsi” sul corpo degli adulti, per poi accovacciarsi comodamente.
  • Quando il bimbo non è sdraiato, ma seduto con le gambine divaricate, la fascia favorisce la corretta posizione delle anche e lo sviluppo dell’acetabolo, l’incavo del bacino che accoglie la testa del femore.
  • Uno studio ipotizza, inoltre, che il pianto definito ‘normale’ dei neonati delle società industrializzate, ovvero quel pianto serale che aumenta nelle prime settimane di vita e diminuisce intorno ai quattro mesi, si ridurrebbe se i bambini venissero portati e tenuti accanto di più, cioè non solo nel momento dei pasti e quando piangono.
  • Man mano che il bimbo cresce, infine, questa consuetudine rappresenta una possibilità in più per stare insieme in modo speciale e di rilassamento.

I vantaggi per la mamma

Quel contatto che è tanto piacevole e importante per il bebè, regala molte sensazioni positive anche alla mamma. Non solo:

  • La vicinanza continua favorisce quella comprensione profonda che permette alla mamma di intuire i bisogni del figlio, interpretandone i segnali corporei e le espressioni del volto. Il risultato è che i bimbi che possono stare a contatto di pelle piangono meno e questo fa crescere l’autostima materna, la fa sentire “capace” e quindi più serena e sicura di sé.
  • E non mancano anche i vantaggi di tipo pratico: il genitore che porta il proprio bimbo addosso è più libero  perché gode di una totale libertà di movimento.
  • La fascia è inoltre un valido supporto per allattare al seno con comodità e discrezione  quando ci si trova fuori casa o per nutrire bimbi che soffrono di frequenti rigurgiti e per i quali è preferibile la posizione verticale.

orario corsi pagInfo e Richieste pag


Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre iniziative: